IVF

Chasing Dreams

Assumere un CEO per una startup

Considerazioni chiave in un ambiente aziendale unico

Tom Savage è un imprenditore britannico che ha fondato 3Desk, Blue Ventures e Wholi, un motore di ricerca di persone basato su elenchi per il quale ha agito come CEO per cinque anni. È interessante notare che Savage sottolinea che un imprenditore di successo-qualcuno che vede una soluzione a un problema e lo costruisce in un business — non è necessariamente la persona giusta per gestire tale attività nel lungo periodo.

Perché no? Una ragione potrebbe essere che fondare un’azienda richiede competenze diverse dalla gestione e dall’espansione. Naturalmente, i fondatori possono certamente imparare le capacità di gestione-e molti lo fanno. Ma per il successo continuo del business, può essere molto più attraente assumere un CEO che ha già le capacità e l’esperienza necessarie per costruire il business in modo che nel frattempo, il fondatore dell’azienda possa concentrarsi su ciò che lui o lei fa meglio — innovazione.

Assumere un CEO per l’ambiente dinamico di una startup è un processo molto diverso rispetto all’assunzione di un CEO per un’azienda consolidata. In questo documento, descriveremo un processo per assumere con successo un CEO per una startup affrontando le diverse considerazioni che devono essere prese in considerazione.

1. Corporate Governance

La prima considerazione riguarda la corporate governance. Inizialmente in una startup, il modello di governance è estremamente pratico. Si basa su una configurazione in cui i fondatori si conoscono sia come professionisti che come esseri umani. Ma quando viene assunto un CEO esterno, le cose cambiano. In questa sezione, daremo un’occhiata più da vicino ai ruoli esistenti e ai loro interessi quando si tratta di assumere un nuovo CEO.

Finché la cultura della startup promuove la responsabilità, le operazioni funzionano senza intoppi. Le persone sanno quali sono le loro responsabilità e svolgono i loro compiti di conseguenza. Ma quando l’azienda si prepara ad assumere un amministratore delegato esterno, le responsabilità di gestione devono essere chiaramente definite e documentate. Ciò stabilisce le aspettative e i ruoli del fondatore, del presidente del consiglio, dei membri del consiglio, degli investitori e dei dipendenti in relazione all’assunzione del CEO:

  • Il fondatore: Il fondatore di una startup di solito ha un background come innovatore, R&D ingegnere o designer, che spesso porta a un profilo CEO piuttosto innovativo. Mentre l’innovazione è preziosa in un contesto aziendale, deve essere secondaria all’esecuzione aziendale. È importante che il fondatore si renda conto che la responsabilità di R&D dovrebbe appartenere al fondatore o al direttore di R&D e che la capacità del CEO di innovare il prodotto o il servizio non deve essere superiore a quella del cliente medio. La principale preoccupazione del fondatore dovrebbe essere se il CEO abbia o meno una comprovata esperienza di commercializzazione innovativa e di successo.
  • Il presidente del consiglio: la nomina del CEO è uno dei compiti più importanti del consiglio e il presidente deve guidare questo processo. Lui o lei deve gestire e dare la priorità alle aspettative del consiglio-e successivamente personalizzare e guidare il processo di assunzione. Si tratta di trovare un equilibrio, una volontà comune, e l ” impegno per il profilo di ricerca. Inoltre, il presidente capisce che il CEO è un organo — non un datore di lavoro. Questo fatto, insieme alle aspettative, si riflette nel profilo del CEO e, infine, nel contratto.
  • I membri del consiglio: I membri del consiglio sono decisori uguali nel processo di assunzione del CEO. In generale, hanno una vasta gamma di aspettative del CEO, dalle eccezionali capacità analitiche alla gestione personale e all’esperienza di dominio aziendale pertinente. È fondamentale capire che tutte queste abilità raramente esistono in una sola persona. Di conseguenza, è necessaria una definizione delle priorità, gestita dal presidente. Queste priorità devono essere documentate all’inizio del processo di ricerca e il consiglio deve impegnarsi a rispettarle.
  • Gli investitori: Gli investitori sono in genere abbastanza esperti e hanno grandi aspettative del CEO. Si chiederà: lui o lei ha l’esperienza per commercializzare e scalare il business con le risorse a portata di mano? Sarà lui o lei essere in grado di fare un business breakthrough? Con approfondimenti sul motivo per cui altre aziende hanno fallito e il ruolo svolto dai loro CEO in quei fallimenti, gli investitori sono spesso nella posizione migliore per valutare il tasso di successo dell’azienda e sfruttare le loro conoscenze nel processo di ricerca.
  • I dipendenti: in una startup, i dipendenti a volte hanno proprietà parziale o stock option nella società che vengono in genere assegnati in una fase iniziale e ad una valutazione bassa. I dipendenti vogliono un nuovo CEO per portare un più alto livello di leadership e di gestione per l’azienda che, insieme con il duro lavoro e un modello operativo più strutturato, porterà al successo aziendale — e stock option di valore superiore.

I produttori di miracoli sono scarsi. Con un team di gestione costruito di operazioni, vendite e marketing, R&D, produzione e finanza, è importante posizionare un leader solido nella sedia CEO che possa far lavorare tutti nella stessa direzione, garantendo la corretta esecuzione del business plan.

2. Business

Lo status quo aziendale è la considerazione successiva. In questa sezione esamineremo i seguenti fattori di business: concorrenza, maturità del prodotto, vendite e marketing e finanza in quanto riguardano la selezione di un nuovo CEO.

  • Concorrenza: Ogni azienda ha concorrenti-se non a livello nazionale, poi all’estero. Tuttavia, nell’ambiente intensivo di una startup, la leadership a volte non riesce a rendersi conto che altre aziende stanno facendo innovazioni simili nel mondo esterno. E quando una comprensione limitata del mercato è combinata con pensieri di potenziale di mercato globale illimitato, le aspettative dei fondatori possono essere irrealistiche. Al contrario, gli investitori di solito hanno una prospettiva molto più realistica basata sul valore aggiunto del prodotto o della soluzione rispetto a quelle già presenti sul mercato. Come regola generale, più innovativo è un prodotto o una soluzione, più l’azienda deve operare come creatore di mercato. Questo non ha solo un impatto sulle risorse che devono essere spesi per il marketing, ma anche le competenze che il CEO deve possedere.
  • Maturità del prodotto: quanto è pronto per il mercato il prodotto o il servizio? La maturità ha un rapporto diretto con quanto tempo e fatica il nuovo CEO ha bisogno di investire nel marketing e nelle vendite. In generale, le startup sono eccessivamente ottimistiche sulla maturità, ma è importante capire che se il prodotto o il servizio non è stato testato dagli utenti finali, c’è ancora una strada lunga e probabilmente accidentata da percorrere. Per assumere un CEO di successo, è fondamentale avere una comprensione realistica e basata sui fatti della maturità del prodotto e della prontezza del mercato prima dell’inizio della ricerca.
  • Vendite e marketing: Molte startup sono deboli nel marketing e nelle vendite. La convinzione senza compromessi nell’unicità del prodotto o servizio dell’azienda e nella sua capacità di vendersi è una trappola relativamente comune. Di conseguenza, la competenza di vendita e l’esperienza nella costruzione del processo di vendita sia come venditore diretto che come rivenditore sono molto apprezzate nel nuovo CEO.
  • Finanza: lo stato finanziario di una startup è raramente stabile-e questo ha un enorme impatto sulle responsabilità quotidiane del CEO. Considerare se lui o lei deve concentrarsi sulla costruzione del business o in contrasto su spendere una notevole quantità di tempo a negoziare con gli investitori attuali o potenziali. Onestà e trasparenza sia da parte dell’azienda che da parte del candidato sono linee guida cruciali in questo processo. I numeri su cui si basa la valutazione e con quali valutazioni sono state costruite diverse proprietà in passato devono essere discussi e le informazioni chiave riguardanti il flusso di cassa e il tasso di masterizzazione di cassa sono fondamentali.

Gli effetti dello stato aziendale sul profilo CEO

Esterno:

Dimensione del mercato e portata geografica
Maturità del mercato
Comportamento dei consumatori

Interno:

Capacità del consiglio per supportare il CEO
Competenza del team di gestione
Stato finanziario
Disponibilità del prodotto / offerta per il mercato
Modello di vendita

3. Le competenze del CEO

Le competenze che il CEO deve dimostrare dipenderanno dalle responsabilità che assumerà nell’organizzazione. In questa sezione, daremo un’occhiata ai doveri e alle qualità del CEO.

Mentre il consiglio di amministrazione della società stabilisce obiettivi per la crescita del valore e l’implementazione della strategia, il CEO è responsabile dell’aumento sistematico del valore della società. In qualità di leader del team di gestione, il suo obiettivo dovrebbe essere quello di rendere la strategia sia fresca che realistica.

Il nuovo CEO deve avere esperienza di gestione aziendale in un ambiente non strutturato e veloce. L’impostazione dinamica di una startup richiede che il CEO possa rimanere motivato durante tempi incerti, imparare rapidamente e sviluppare continuamente nuovi strumenti e pratiche. Inoltre, i CEO hanno spesso un programma sovraccarico, quindi la priorità, il processo decisionale logico, le forti capacità di comunicazione e la capacità di lavorare bene sotto pressione sono tutte abilità vitali. Inoltre, poiché il nuovo CEO dovrebbe essere autorizzato ad adeguare il team di gestione, è fondamentale trovare un candidato con un allineamento comune ai valori dell’azienda.

Come tale, i candidati qualificati devono avere un forte background in:

  • gestione Aziendale in pratica
  • Fornire misurabili feedback come manager e leader
  • Eseguire un ruolo importante nella trasformazione del business o di inversione di tendenza del processo

Durante le interviste, il selezionatore deve ottenere un quadro chiaro degli ambienti in cui i candidati hanno avuto successo, valutare la loro esperienza in questi settori e valutare come quelle qualità di trasferimento al nuovo ambiente. Dal momento che non ci sono due start-up sono identici, il miglior candidato sarà qualcuno che è altamente adattabile. Inoltre, la discussione aperta dello stato finanziario della società con i candidati è anche molto istruttiva per il reclutatore.

4. Compensazione e benefici

Trovare un buon candidato è solo una parte del viaggio — è anche essenziale offrire un pacchetto di salari e benefici che corrisponda alle sue aspettative. In questa sezione, offriremo alcuni consigli pratici per stabilire compensi e benefici interessanti.

Determinare la compensazione appropriata per un nuovo CEO è intrinsecamente difficile. Ecco perché le aziende devono definire un livello adeguato prima di iniziare il processo di assunzione. Sfortunatamente, c’è una tendenza comune a offrire troppo poco. Per evitare questo, l’azienda dovrebbe riflettere sulla semplice domanda: “Cosa stiamo cercando?”Come dettagliato sopra, l’organizzazione ha bisogno di un business manager coraggioso con esperienza pertinente, così come l’entusiasmo e l’impegno per un viaggio impegnativo le cui possibilità di successo possono essere limitate.

Lo stipendio dovrebbe essere una combinazione di stipendio fisso e flessibile e proprietà. Prima di iniziare la ricerca, l’organizzazione dovrebbe stabilirsi sul salario fisso e concordare la gamma di stipendio flessibile che può essere utilizzato nei negoziati con i candidati finali. La proprietà dovrebbe essere facoltativa dopo 12 mesi.

Lavorare con una società di ricerca esecutiva

In definitiva, le qualità che una startup ha bisogno del suo nuovo CEO di possedere dipenderanno in gran parte dalle capacità che sono già presenti in azienda, lo status quo del business e gli obiettivi di business specifici dell’organizzazione. E poiché può essere difficile trovare candidati con le competenze e l’esperienza richieste, è consigliabile che le startup lavorino con una società di ricerca esecutiva che possa collegarle ai migliori talenti che possono aiutarli a crescere e avanzare al livello successivo.

Informazioni sull’autore

Arto Sormunen è partner dell’ufficio Stanton Chase di Helsinki. Per ulteriori informazioni su come Stanton Chase può aiutare con le vostre esigenze di leadership di avvio, visitare: https://www.stantonchase.com/industry-specializations/technology/start-ups-executive-search/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.