IVF

Chasing Dreams

Come utilizzare una scatola chiusa

Un altro dispositivo di lavaggio del campione ampiamente utilizzato è la scatola chiusa ordinaria che nella sua forma più piccola è talvolta vagamente ma erroneamente chiamata “long tom”. Una chiusa nella sua forma più semplice non è altro che un trogolo rettangolare allungato dotato di tacchetti trasversali o qualche altra forma di fondo increspato. È gestito essenzialmente consentendo a un flusso d’acqua di trasportare le sabbie e la ghiaia sui riffles che, a loro volta, trattengono l’oro o i minerali pesanti mentre si depositano sul fondo. Piccole chiuse del tipo utilizzato per il campionamento sono comunemente 8 o 12 pollici di larghezza con 6 o 8.lati pollici e sono di solito 6 a 12 piedi di lunghezza. I dettagli costruttivi e i materiali utilizzati sono in gran parte una questione di scelta personale, ma quelli più semplici non sono altro che un trogolo open-ended fatto di legname piallato da 1 pollice e fornito di rinforzo trasversale dove necessario. Alcuni campionatori preferiscono una chiusa in lamiera di grosso calibro (resa rigida da rinforzo) e altri preferiscono compensato di qualità esterna verniciato con vernice marina o longherone. Le chiuse più lunghe sono solitamente sezionate per facilitare il trasporto. Quando combinato con un metal detector, una scatola chiusa può essere utilizzata per setacciare il terreno/fango creato dai fori scavati per setacciare i rifiuti dalle pepite d’oro.

La funzione primaria di un riffle è quella di ritardare i minerali pesanti dando loro la possibilità di depositarsi e, allo stesso tempo, di fornire tasche in cui i valori vengono mantenuti. Un riffle ben progettato e funzionante creerà vortici lungo i bordi a valle e la cosiddetta azione “bollente” in questi vortici farà due cose. In primo luogo, impedirà l’imballaggio della sabbia nera o di altro materiale catturato dal riffle e, in secondo luogo, fornirà un effetto di classificazione che concentra ulteriormente l’oro e i minerali pesanti. Mentre questa azione bollente deve essere abbastanza forte da impedire l’imballaggio, non deve essere così forte che il fiocco o l’oro fino non possano depositarsi. Dovrebbe essere ovvio che una corretta azione di riffle è la chiave per un buon recupero. Un riffle facilmente costruito ed efficace adatto per l’uso in una piccola chiusa di campionamento può essere costituito da strisce di legno ½ “x ½” posizionate sul fondo della chiusa ad angolo retto rispetto al flusso, con spazi ¾ ” tra ogni barra di riffle. L’azione di ebollizione può essere migliorata sottoquotando la faccia a valle di ciascuna barra su una smussatura a 30 gradi. Le singole barre di riffle sono attaccate alle guide laterali di legno e l’intero gruppo tenuto in posizione per mezzo di tacchetti e cunei come mostrato nella Figura 17. I gruppi di riffle sono resi un po ‘ più stretti della larghezza interna della chiusa e di lunghezza conveniente.how-to-use-a-sluice-box

Lo schermo di filo pesante del tipo utilizzato per lo screening della ghiaia e l’assicella metallica espansa sono talvolta usati come riffles in chiuse di piccole dimensioni, in particolare dove è presente molto oro fine. Questo tipo di riffle è di solito installato su stuoie di tela, stuoia di cacao, o simile tessuto ruvido che aiuta a tenere l’oro fino. Poiché la tela e la stuoia di cacao sono difficili da pulire, la tela ordinaria dovrebbe essere sostituita nelle chiuse di campionamento. Si noterà che i nastri metallici che formano le aperture a forma di diamante dell’assicella metallica espansa hanno una notevole pendenza in una direzione. Quando il metallo espanso viene posizionato nella chiusa in modo che questo pendio si sporga a valle, piccoli vortici si formano sotto gli sbalzi e fanno ottimi raccoglitori d’oro. I riffles in metallo espanso non hanno una grande capacità di tenuta, cioè potrebbero presto riempirsi di concentrato, ma questo è raramente un problema nel lavoro di campionamento in cui la vigilanza ravvicinata e le frequenti pulizie dovrebbero mantenere i riffles funzionanti in modo efficiente. I riffles di tipo ungherese, come quelli mostrati nella Figura 17, possono contenere una quantità relativamente grande di concentrato e per questo motivo possono essere preferiti dove la ghiaia contiene molta sabbia nera. D’altra parte, i riffles in metallo espanso lasciano una quantità minima di concentrato da stroncare alla fine di una corsa del campione e questa funzione di risparmio di tempo li rende facili da pulire. Molti ingegneri compromesso dotando la parte superiore 2 o 3 piedi di una chiusa di campionamento con riffles di tipo ungherese e il resto con assicella metallica espansa.

Nelle operazioni di placer su scala commerciale, il mercurio viene solitamente posizionato nei riffles per aiutare a trattenere l’oro per lunghi periodi di tempo, ma nei lavori di campionamento su piccola scala in cui le pulizie sono frequenti, il mercurio non è necessario per questo scopo e viene raramente utilizzato.

Va notato che quando una particella d’oro viene “bagnata” dal mercurio, il mercurio penetra effettivamente nella superficie e fa sì che l’oro diventi fragile. A seconda delle dimensioni della particella d’oro e della lunghezza dell’esposizione, la penetrazione può essere superficiale o completa. La duttilità non viene ripristinata quando il mercurio viene rimosso con acido e nel caso di piccole particelle d’oro, viene spesso indotta una delicata struttura cristallina. Si può vedere che la fusione all’interno della chiusa di campionamento comprometterebbe o impedirebbe uno studio successivo della dimensione delle particelle, della struttura superficiale o di altre caratteristiche fisiche dell’oro, ognuna delle quali potrebbe rivelarsi importante in un’indagine di placer.

L’alimentazione e il flusso d’acqua devono essere regolati per mantenere una corretta azione di riffle e si può dire in generale che, se ciò non viene fatto, l’oro più fine sarà perso dalla sua incapacità di penetrare i riffle imballati, che sarà trasportato via dalla sospensione nell’acqua. La quantità di acqua richiesta varia considerevolmente in base al carattere del materiale da lavare e alla velocità di avanzamento, al tipo di riffle, alla larghezza e al grado di chiusura, ecc. A causa di queste variabili il fabbisogno idrico è difficile da prevedere, ma come guida approssimativa, un flusso minimo di circa 50 galloni al minuto dovrebbe essere fornito per una chiusa di campionamento da 6 o 8 pollici. A differenza di panning o dondolo, l’acqua è raramente recuperato o riutilizzato e, per questo motivo, il fabbisogno di acqua per una tipica operazione di campionamento può facilmente essere diverse migliaia di galloni al giorno. Dovrebbe essere evidente che la chiusa è più adatta per testare i posizionatori di flusso. L’attrezzatura supplementare è necessaria spesso. Questa può essere una pompa dell’acqua, una scatola o una vasca da bagno o una sorta di disposizione di screening. A causa della relativa breve lunghezza della solita chiusa di campionamento, la ghiaia cementata o la ghiaia contenente molta argilla devono essere accuratamente spezzate in una scatola o in una vasca di pozzanghera prima di essere immesse nella chiusa. Lo screening delle rocce da ½ pollice più avanti della chiusa conserverà l’acqua e generalmente migliorerà l’intera operazione.

La pendenza o il grado di una chiusa dipende da una serie di fattori tra cui la dimensione e la forma della roccia, la quantità e la composizione della sabbia, il tipo di riffle e la profondità del flusso d’acqua. In ogni caso il grado corretto deve essere determinato dalla prova e questo può essere fatto meglio impostando inizialmente la chiusa su un grado di caduta di circa 1 pollice per piede di lunghezza e quindi regolando il grado come ritenuto necessario. In caso di dubbio è meglio avere il grado troppo ripido che troppo piatto, poiché un grado troppo piatto comporterà la levigatura dei riffles che a sua volta comprometterà la loro capacità di recuperare oro fino. Dove si deve risparmiare oro fino, la profondità di flusso sopra i riffles dovrebbe essere il più bassa possibile, pur essendo sufficiente per portare via i ciottoli e mantenere un letto sciolto tra i riffles. Per fare questo il grado di chiusura è ripido e si può dire in generale che il grado per l’oro molto fine dovrebbe essere più ripido che per i colori più grossolani. Aumentando il grado, ad un certo punto, compenserà un rifornimento idrico carente ma, in ogni caso, l’azione di riffle dovrebbe dire all’operatore quando il giusto equilibrio è stato raggiunto.

La capacità giornaliera di una chiusa di campionamento varia notevolmente a seconda del tipo di ghiaia, del grado di cementazione, della quantità di argilla, ecc. Questi fattori determinano individualmente e collettivamente la quantità di materiale che un uomo può preparare per il lavaggio in un giorno e, in molti casi, il tempo di preparazione supererà il tempo di lavaggio effettivo. In condizioni favorevoli con un efficiente paratoia set-up, due uomini in grado di gestire 1 a 3 metri cubi al giorno tenendo conto del tempo necessario per la pulizia tra i campioni, l’elaborazione del concentrato paratoia, la registrazione dei dati di esempio, ecc.

Quando l’esaminatore minerale lava un campione di placer in una piccola scatola chiusa e non riesce a trovare la quantità di oro prevista dal proprietario o dal venditore, a volte si sostiene che non è riuscito a recuperare il valore sperato perché la sua chiusa era troppo piccola o il campione è stato sottoposto a troppo veloce. Mentre è vero che una chiusa affollata oltre la sua capacità ottimale perderà parte dell’oro, una rapida occhiata ai fatti di solito mostrerà che nella maggior parte dei casi c’è poco o nessun margine di discussione.

Ad esempio, le moderne draghe d’oro forniscono circa 10 piedi quadrati di area di riffle per ogni iarda oraria di materiale che passa sopra le tabelle di risparmio dell’oro. Dal confronto diretto si può dimostrare che sarebbe necessario alimentare una chiusa di campionamento da 8 pollici x 10 piedi ad una velocità di 1½ metri cubi all’ora per raggiungere questo grado di carico del riffle. Ma l’esperienza ci dice che il tasso di alimentazione per una chiusa di campionamento di queste dimensioni è più probabile che sia dell’ordine di 1½ metri cubi al giorno piuttosto che all’ora. Si può osservare che in una chiusa di campionamento l’area di riffle fornita per ciascuna unità di materiale campione è notevolmente maggiore dell’area di riffle fornita nella pratica mineraria standard. In altre parole, la piccola chiusa di campionamento di solito favorisce il campione. Ciò è confermato da una lunga esperienza che dimostra che una chiusa di campionamento correttamente costruita e attentamente gestita salverà tutto l’oro o altri minerali pesanti che possono essere recuperati economicamente con metodi standard di placer.

UN MUST ASSOLUTO PER IL PRINCIPIANTE

La scatola chiusa è un must assoluto per il principiante. Si tratta di uno strumento semplice, ma efficace, che consente all’operatore di elaborare molto più materiale di quanto sarebbe mai possibile semplicemente utilizzando una padella d’oro. Le nostre scatole di chiusura Proline sono costruite con la stessa qualità che si trova nelle nostre apparecchiature alimentate. Usiamo soltanto l’alluminio di più alta qualità e tutte le parti d’acciaio sono placcate per resistenza della corrosione. La stuoia a coste è installata nella parte anteriore della chiusa e aiuta a controllare rapidamente l’oro.produttore usa

Forse la caratteristica più unica trovata sulle nostre chiuse è che il filo espanso è inserito sul fondo dei riffles ed è saldato in posizione, rendendo la pulizia molto più facile. Queste chiuse sono disponibili in piccole, medie e grandi dimensioni. Le medie e grandi sono dotate di grandi maniglie per una facile.

Fondamentalmente una chiusa nella sua forma più semplice è un insenatura artificiale ted. Secondo lo scrittore cade a corto di un letto torrente nei seguenti modi. Non ha i turbinii naturali, vortici, gocce, secche, zone turbolente, aree calme, cambiamento di flusso né lunghezza – ognuno dei quali scenderà vari tipi, dimensioni e forme di oro durante tutti i milioni di combinazioni possibili con i fattori di cui sopra. Qualsiasi sistema con peso specifico come fattore decisivo cerca di creare un flusso laminare per concentrare le particelle più dense. In una scatola chiusa, come nella maggior parte dei sistemi di gravità, la rimozione di particelle oversize è essenziale per il recupero delle frazioni più fini del prodotto prezioso per la separazione laminare è impossibile con molto oversize nella ganga. Ora cosa succede alle particelle che entrano nel sistema? concentrazione centrifuga separazione peso vs area

  1. Le particelle grandi e dense (pepite) hanno la capacità di spostare fisicamente particelle più piccole e particelle meno dense più grandi in modo da cadere quasi immediatamente.
  2. Anche le particelle più piccole ma ancora molto dense cadono molto rapidamente, ma generalmente un po ‘ più in basso nella scatola.
  3. Mentre questo sta accadendo, la ganga totale e l’acqua stanno prendendo velocità. Quante volte hai sentito la vecchia sega “Sappiamo che stiamo catturando tutto l’oro perché dopo i primi cinque piedi non c’è praticamente oro nella scatola chiusa”?
  4. All’aumentare della velocità, tutto il flusso laminare viene distrutto dalla turbolenza di accompagnamento.
  5. Allo stesso punto la velocità e la turbolenza combinate fermano tutta la concentrazione e tutto continua attraverso la scatola. A questo punto non è più una chiusa, è una scatola di trasferimento.
  6. Tutte le particelle, che siano d’oro o semplicemente di roccia, che alloggiano in una chiusa di solito diventano molto rapidamente incorporate con sabbia nera e nessuna, tranne le particelle più grandi d’oro, può penetrare in questo letto non fluidizzato. Una semplice regola con quasi tutti i dispositivi 1 g è che se stai perdendo sabbia nera, stai perdendo oro fino.
  7. Quanto sopra sono le ragioni per cui praticamente il 97-98% di tutto l’oro catturato in una chiusa viene catturato nei primi 3-5 piedi.

Fondamentale per questo intero sistema di separazione è la forma delle particelle d’oro. Come ruolo generale funziona in questo modo.

Più grande è la particella-Più facile da catturare minore è il rapporto di aspetto-Più facile da catturare Più piccola è la particella-Più difficile da catturare Maggiore è il rapporto di aspetto-Più difficile da catturare Vedi Figura 1.

Se hai particelle grandi con proporzioni ridotte, devi lavorare per perderle. Se si dispone di piccole particelle con grandi proporzioni, è meglio avere un buon dispositivo per catturarli e che non include una scatola chiusa.

È opinione dello scrittore che in pochissimi minuti dall’avvio operativo una scatola chiusa sta diminuendo la sua efficienza e poco dopo inizia a selezionare e conservare solo sulla base delle dimensioni (pepita). Maggiore è il contenuto di sabbia nera il più veloce questo accade. Se la sabbia nera è accompagnata da grandi quantità di argilla, si verifica un impatto e un accecamento, che accelera questa perdita di efficienza.

L’inizio della diminuzione può essere di soli 10 minuti e ancora una volta è opinione dello scrittore che la ritenzione di oro fino è quasi inesistente nella maggior parte delle scatole chiuse dopo quattro ore e sono generoso in questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.