IVF

Chasing Dreams

Protettore della città: Theotokos Hodegetria

Chiesa di Chora Theotokos Hodegetria

Un affresco della Theotokos Hodegetria nella Chiesa di Chora. Questa icona era considerata protettrice della città e portata durante l’invasione ottomana nel 1453.

Anche se l’Impero romano d’Occidente era crollato a metà del primo millennio, Costantinopoli rimase un hold-out della cultura e della civiltà di Roma, con un tocco orientale, per altri mille anni. Nonostante molti tentativi di invasione, la civiltà bizantina che era centrata a Costantinopoli mantenne più o meno il controllo della penisola e del Bosforo per tutto questo tempo. Tutto questo cambiò nel 1453 quando il sultano Mehmed II il Conquistatore conquistò Costantinopoli e infine batté le famose mura teodosiane che avevano resistito agli invasori per così tanto tempo prima.

Durante l’invasione ottomana, i capi della città portarono una Theotokos Hodegetria a Chora per assistere spiritualmente i difensori contro l’assalto ottomano (1). “Theotokos “è il titolo di Maria, e letteralmente significa” portatore di Dio ” in greco, e un Odigitria è una raffigurazione iconografica di Maria che tiene un giovane Gesù e lo indica come la fonte della salvezza. Questa icona fu portata alla Chiesa di Chora poiché era considerata la protettrice della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.